Un Festival “elettrizzante” regala il gran finale ai bambini

Caratterizzato dalla crescita vertiginosa delle bici a pedalata assistita, l’evento di Riva del Garda si conclude domani, martedì, con la gara dei più piccoli, premiati dall’ex Campione del Mondo Alessandro Ballan

Poteva il Bike Festival di Riva del Garda sperare in uno scenario migliore per celebrare l’edizione del venticinquennale? Certamente no. Anche la terza giornata è filata via nel migliore dei modi, accompagnata da una brezza piacevole e da un bel sole tornato a splendere dopo una notte piovosa. Il meteo ha dato un’ulteriore spinta ad un evento quest’anno più che mai caratterizzato da una partecipazione massiccia ed entusiastica da parte del popolo dei biker. Per tutti, il Bike Festival è indiscutibilmente l’atto inaugurale della stagione del fuoristrada, e come inizio è stato perfetto.

In vista della giornata conclusiva che domani martedì vedrà di scena nello Scott Junior Trophy i bambini dai 3 ai 14 anni (a premiarli sarà un testimonial d’eccezione: Alessandro Ballan, Campione del Mondo su strada 2008), il Festival ha regalato altre emozioni con le gare di Enduro, quest’anno disputate ad Arco. Altro momento clou della giornata quello dedicato alla competizione delle eMTB, un comparto che guadagna spazi sempre più rilevanti come è facile constatare dal gran numero di appassionati che ne fanno uso o che richiedono di testare i modelli più innovativi disponibili negli stand dell’Expo.

Lo stesso Garda Trentino, in quanto area prediletta anche da questo tipo di utenza, sta tenendo in grande considerazione il fenomeno, realizzando alla fine di settembre un evento dedicato – E-Mtb Adventure, dal 29 settembre al 1° ottobre – allo scopo di fornire ai partecipanti un’esperienza di totale godimento del territorio e delle sue peculiarità con tour guidati di diverse difficoltà intervallati da gustose soste enogastronomiche: in pratica, un’emozione a 360°.

Che le bici cosiddette elettriche (in realtà a pedalata assistita) possano diventare il mezzo del futuro è d’altronde confermato da dati concreti: si prevede che i 35 milioni di modelli circolanti nel mondo nel 2016 saliranno ad oltre 45 milioni entro il 2021, e anche rimanendo al contesto italiano l’incremento delle vendite viaggia al ritmo di +120% rispetto all’anno precedente. Esperti di mobilità sostenibile affermano che entro dieci anni una bici su due sarà a pedalata assistita.