Kask Infinity

In questi ultimi anni lo studio aerodinamico di ogni componente delle bici ha influenzato pesantemente tutto il settore; i caschi, ovviamente, non potevano ritenersi esclusi da questa ricerca e Kask ha accettato la sfida. Fare un casco aereodinamico è relativamente facile, renderlo aereodonamico e ventilato allo stesso tempo invece, richiede studi, test, prove, investimenti.

Con l’Infinity, Kask ha risolto il problema ideando un pannello scorrevole, che cela la presa d’aria frontale; la caratteristica apprezzabile è che non serve andare in cerca di leve, levette o pulsanti particolari, basta un semplice gesto (la mano sopra il pannello) per aprire o chiudere “l’aerator”, azione praticabile anche con guantoni invernali.

Il Made in Italy si nota in tutte le finiture,

dalla calotta alle imbottiture, al cinturino in ecopelle che offre un ottimo grip alla chiusura. Unico neo rilevato è l’impossibilità di regolare i cinturini sotto i lobi delle orecchie.
L’Infinity che oltre all’In-Mould e al MIT offre l’utilissima griglia “anti-insetto” e viene proposto in 5 nuove colorazioni.
Volendo riassumere il tutto in poche parole, possiamo definire l’Infinity, un casco ideale per gravel, ultratrail, ciclocross, ciclismo invernale e pure per i commuters evoluti che richiedono un casco pratico e adatto ad ogni situazione meteo.